top of page

Il TRIANGOLO delle ABILITA'

L'uomo, secondo Cartesio, è dotato di un corpo simile ad una macchina perfetta, incomparabilmente meglio ordinata, che ha in sé movimenti più meravigliosi di qualsiasi altra tra quelle che gli uomini possono inventare!

Tutti gli apparati, i sistemi, le cellule, le catene muscolari e il cervello sono strettamente collegati tra loro creando una sorta di connessioni speciali.

In particolare quello che ci riguarda più da vicino, è l'insieme delle capacità motorie che permette di esprimere incredibili performance sportive.

Schematicamente possiamo immaginare il corpo proprio come una macchina, dove la centralina (Sistema Nervoso Centrale) comanda, controlla e gestisce tutte le funzioni e le abilità che permettono il movimento. Esser abili significa saper fare efficacemente qualcosa: sapere cosa, come, quando fare, sapere perchè fare (abilità cognitiva), nonché sapere di saper fare (autoefficacia).

Ogni disciplina sportiva richiede delle specifiche capacità e la preparazione atletica consiste nell'allenare quelle capacità. Allenare qiuindi significa “abilitare” dice Andorlini.

L'abilitazione motoria è l'allenamento al recupero e/o miglioramento di abilità correlate al movimento quotidiano, artistico, professionale o sportivo. Chi pratica a vario livello uno sport o un arte corporale vuole mantenere o migliorare la propria performance. Più l'allenamento è specifico al compito che si vuole sviluppare, in base all'analisi della struttura biodinamica della competizione (o esibizione), migliori saranno i risultati.