top of page

Le alzate per l'allenamento della forza negli SdC - Seconda Parte


Dopo aver letto con molto interesse la PRIMA PARTE, continuiamo la rassegna degli esercizi di alzata maggiormente indicati in ambito SdC ed Arti Marziali, ma prima di iniziare, è necessaria un’importante premessa. Troviamo in internet spesso menzionata una massima secondo cui è necessario controbilanciare lo sviluppo delle catene muscolari coinvolte nelle spinte sviluppando adeguatamente anche le catene antagoniste. È un argomento sempre attuale perchè non mancano mai atleti che, dopo un certo periodo sotto la ghisa, iniziano ad avvertire problemi alle spalle, dai dolorini fastidiosi passando per più importanti episodi di impingement fino a vere e proprie lacerazioni della cuffia dei rotatori. Infortuni che possono nel migliore dei casi obbligare a riposo forzato perdendo preziose ore di allenamento. Per questo possiamo leggere spesso articoli o forum in cui si prescrivono gli esercizi di trazione citando regole dal sapore vagamente cabalistico tra cui le più diffuse sono:

"Bisogna saper tirare lo stesso peso che si riesce a spingere " , "Bisogna allenare lo stesso volume (a volte si legge consigliato anche il doppio) in trazione rispetto a quello in spinta".